Gli itinerari più belli di Terrasini
Uno sguardo dal mare... alle stelle
Si può resistere alla tentazione di dare un occhiata in un telescopio e osservare un pianeta, una galassia, il sole o le stelle? A Terrasini anche questo è possibile. Da più di dieci anni infatti è possibile osservare in maniere diretta e ravvicinata il Sole. L’osservatorio solare Sirius con i suoi strumenti consente infatti l’osservazione (scientifica e amatoriale) della superficie solare oltre che vedere da vicino macchie, fenomeni della corona, protuberanze, esplosioni e facole.  
Osservatorio Astronomico Comunale "Sirius"
lungomare Peppino Impastato (all'interno di Villa a Mare)
   
Un turista ante litteram: Giovanni Meli
Negli anni Sessanta del Settecento, un pittoresco personaggio vestito come un prete, pur senza aver ricevuto gli ordini sacerdotali, si aggirava sulla costa di Terrasini. Era Giovanni Meli che dal 1767 per qualche tempo esercitò la professione di medico condotto a Cinisi. Gli abitanti lo chiamavano l'abate Meli e lui rispondeva loro con un cenno benevolo. Il suo luogo d’ispirazione preferito era la suggestiva Grotta Perciata dove restava per ore assorto nella lettura o componendo le sue Elegie e i canti della Buccolica. Ispirato dall'odore di salsedine trasportato dal vento e dai brusii della vegetazione, il poeta restava a guardare le onde che s'infrangevano nell'antro. Quell’antro è chiamato ancora oggi "seggia di l'Abati Meli", sedia dell'Abate Meli.
   
Radio Aut
La celebre Radio Aut, la radio libera fondata nel 1977 da Peppino Impastato, aveva la sede a Terrasini, e non a Cinisi come si crede generalmente. Peppino Impastato e i suoi amici decisero di trasmettere da Terrasini “perché da li – racconta Andrea Bartolotta - avremmo avuto più possibilità di raggiungere, in seguito, con un trasmettitore nuovo e più potente, tutti i paesi del Golfo di Castellammare e dell’entroterra. Trovammo subito la casa, piccola, scomoda e piena di umidità, in corso Vittorio Emanuele, non lontano da Piazza Duomo. Si decise, su proposta di Peppino, di chiamarla Radio Aut e, alla fine di aprile ’77, cominciarono le prime prove di trasmissione, sulla frequenza di 98,800 mhz”.
   
Villa Fassini

Tra la fine degli anni Sessanta e i primi Settanta l’onda lunga della contestazione giovanile arriva sino a Terrasini. Ed è qui che a sorpresa nasce la prima grande “Comune” hippy italiana, fondata da Carlo Silvestro, poeta e giornalista romano che di Terrasini si innamorò dopo aver girato la Sicilia. Location era Villa Fassini che negli anni diventerà davvero un punto di riferimento per un folto gruppo di giovani e ospiterà una gran quantità di persone: vi giunge una giovane Giuliana De Sio, appena scappata di casa; Alberto Grifi vi gira un divertente cortometraggio, su un pusher alle prese con i suoi clienti, dal titolo Non soffiare sul narghilé; vi cantano e suonano spesso Alberto Camerini ed Eugenio Finardi, assieme a numerosi altri artisti e gruppi. A frequentarlo erano anche personaggi noti del mondo dello spettacolo, come la Premiata Forneria Marconi, Paola Pitagora, la cantante Giovanna, l’attrice Teresa Ann Savoy, Pino Masi ecc. Regole indispensabili non “fumare”, non bucarsi, non consumare carne, per il resto c’era massima libertà e tolleranza, anche nel praticare il nudismo.
La comune vivrà sin alla fine degli anni Settanta ed avrà un momento problematico di scontro (ricostruito pure nel film I cento passi), nel '77, con i giovani di Radio Aut, la radio di Peppino Impastato. Nel film di Marco Tullio Giordana però la Comune è ricostruita nella quattrocentesca Torre di Capo Rama.
Quell’esperienza oggi è più che mai attuale grazie al documentario “Hippy Sicily Connection” di Salvo Cuccia, prodotto  dalla società “Abra&Cadabra srl produzioni cinematografiche” in collaborazione con l’Assessorato Regionale al Turismo, nell’ambito del programma  “Sensi Contemporanei Cinema”, le cui riprese si stanno svolgendo in questi giorni tra Terrasini, Cinisi e dintorni oltre che a Palermo.

Travelnostop è realizzato dalla Logos Comunicazione e Immagine di Palermo, azienda presente sul mercato della Comunicazione e del Turismo dal 1983. La società si è da sempre caratterizzata per una serie di servizi innovativi rivolti alle imprese, realizzando in conto proprio o per conto terzi, eventi di carattere nazionale
Logos e Travelexpo
Travelnostop è un'iniziativa Logos Comunicazione & Immagine Palermo - Tel. 091.519165 - Fax 091.6700258 - PIVA 00249130824 - palogos@travelnostop.com
postalogos@pec.it - ©2011 Travelnostop.com - Tutti i diritti sono riservati - E' vietata la riproduzione anche parziale di tutti i contenuti del sito.
vai al portale nazionale torna al portale nazionale